charlotte di mele

Charlotte di mele alla vecchia maniera

charlotte di mele

Foto © Regula Ysewijn

La prima ricetta della charlotte di mele apparsa in un libro risale ai primi ‘800. È un dolce casalingo, semplice, povero, ma di grande soddisfazione.

Le sue origini sono dibattute: il nome potrebbe essere un omaggio alla regina Carlotta, moglie del re Giorgio III, sovrano inglese dal 1760 fino al 1800, quando fu sostituito dal figlio a causa dei suoi squilibri mentali (ricordate “La pazzia di re Giorgio”?).
Qualcuno sostiene che la “carlotta di mele” sia stata inventata dal famosissimo Marie-Antoine Carême – che lo chiamò prima à la parisienne e poi à la russe una volta al servizio dello zar Alessandro (ruffiano!); ma come dice Regula Ysewijn, autrice del mio libro preferito dell’anno, “Pride and Pudding”, deve essere sicuramente antecedente.

Pride and Pudding
Il principio base della charlotte è quello di un involucro di pane, pan di Spagna o savoiardi (biscuits à la cuillère) che racchiude una farcitura morbida, che deve assestarsi con il riposo per poi essere sformato e gustato al cucchiaio.
La charlotte di mele deve essere stata comunque la prima, o una delle prime di questo genere, e la ricetta a seguire è tratta proprio dal libro Pride and Pudding.




Ingredienti per uno stampo da pane in cassetta da 16x10x7,5cm o uno stampo a cupola da charlotte o soufflé:

  • 500gr mele da cottura, sbucciate e tagliate a pezzi (renette o granny Smith)
  • 5 cucchiai confettura di albicocche
  • 60ml brandy o rhum scuro
  • 500gr circa di pane bianco in cassetta, raffermo (o vedi ricetta per sostituzioni)
  • 50 gr burro fuso
  • 1 cucchiaio zucchero
  • qb burro freddo per ungere lo stampo

Metodo:

Accendete il forno a 190° e imburrate generosamente lo stampo, posizionando sul fondo anche un disco o una striscia di carta forno.
Mettete le mele in una casseruola con il liquore e la confettura di albicocche, e fate cuocere finché le mele non saranno morbide e un po’ sfatte. Eventualmente aggiungete poca acqua per non farle attaccare al fondo.
Tagliate il pane in cassetta in fette spesse 2cm e spennellatele bene con il burro fuso. Se avete del pane da tramezzino pretagliato (confezionato), lasciate le fette a seccare su uan griglia per qualche ora in modo che diventino più “dense” e usate tranquillamente quelle.
Foderate i lati dello stampo lasciando che le fette si sovrappongano leggermente; coprite anche il fondo usando lo stesso principio: non devono esserci fessure.
Premete bene il pane sullo stampo e versateci dentro la farcia di mele.
Coprite e chiudete con altre fette di pane imburrato, cospargete di zucchero e infornate a metà altezza per circa 30-40 minuti, a seconda di come preferite la doratura del vostro toast del mattino 🙂

Quando siete pronti per servire, capovolgete lo stampo sul piatto di portata e lasciatelo fermo per almeno 5 minuti prima di sollevarlo.
Accompagnate con una crema inglese tiepida, del gelato alla vaniglia o della panna montata.

Potete comprare Pride and Pudding di Regula Ysewijn su Amazon.it a questo link.

Potrebbe piacerti anche il timballo di pere, molto simile a questa ricetta ma fatto con la pasta frolla!

timballo di pere

Guarda tutte le ricette di dolci alle mele

Crostata di mele in stile country. Photo © Federico Casella per Cakemania®

Tags: , ,

Guarda anche

Lascia un commento