pavlova castagne e nocciole

Pavlova d’autunno – meringata alla crema di castagne con nocciole caramellate

pavlova castagne e nocciole

Sembra una torta di compleanno cosparsa di candeline fiammeggianti, questa meringata alla crema di castagne con nocciole caramellate: è una versione che sa d’autunno della classica pavlova, che si può fare però tutto l’anno grazie a una buona confettura di marroni.

Ho inventato questa ricetta proprio per festeggiare un compleanno novembrino, e poi ho fatto più volte questa torta in ogni periodo dell’anno, provando confetture di castagne e di marroni di varie marche. Quella che mi sento di consigliare è quella a marchio Coop, che ha più corpo e più gusto della media.
La cucchiaiata di cacao, come nel caso del Monte Bianco, dà una spinta in più al sapore di castagna.
E che dire delle nocciole caramellate? Sono una decorazione a mio parere bellissima: delle fiammelle che fanno subito festa, e anche un po’ hygge!

pavlova alle castagne

Ricetta della pavlova d’autunno

Ingredienti per 8-10 persone:
Per la pavlova:
130gr albumi (4 albumi)
260gr zucchero semolato
400gr confettura di castagne
400gr panna da montare
1 cucchiaio di cacao
Per le nocciole caramellate:
100gr zucchero
2 cucchiai acqua
nocciole

Metodo:
Accendete il forno a 140° e foderate una placca con carta-forno.
Montate insieme, fin dall’inizio, gli albumi e zucchero: ci vorranno 5 minuti di fruste elettriche, ma la meringa risulterà molto più stabile.
Formate il disco di base della vostra pavlova d’autunno mettendo sulla placca cucchiaiate abbondanti, senza lisciarle: dovete ottenere una meringa ondulata come una nuvola, alta almeno tre dita, così che crescendo in cottura salirà a quattro.
Infornate, lasciando lo sportello appena aperto (con uno stecchino infilato nello sportello, per fare uscire il vapore) e lasciate cuocere per due ore e mezza.
Spegnete poi il forno e sempre con lo sportello semichiuso, lasciateci raffreddare dentro la meringa.

meringhe
Preparate le nocciole caramellate non più di due ore prima di servire la torta, perché il caramello poi tende a sciogliersi.
Cominciate infilando le nocciole sgusciate sulla punta di uno stuzzicadenti.
Sistemate un pezzo di polistirolo in un posto che vi permetta di infilarci dopo gli stuzzicadenti per far riposare a testa in giù le nocciole tuffate nel caramello.
Mettete su fuoco medio un pentolino con lo zucchero e l’acqua e, senza mescolare mai, lasciate solo imbiondire (anche una volta tolto dal fuoco il caramello continua a scurire).
Quando il caramello è omogeneo, toglietelo dal fuoco.
Lasciatelo rapprendere un po’, poi intingete una nocciola fino a coprire anche un poco il suo stuzzicadenti per fissarla meglio (come si fa con i cake pop); sollevandola, il caramello non deve colare immediatamente giù, ma creare una goccia appesa alla nocciola.
Infilate allora lo stecchino nel polistirolo e lasciate che il caramello colando lentamente crei il suo pennacchio.

come-si-fanno-nocciole-caramellate
Procedete così con tutte le nocciole; se il caramello si indurisce troppo, rimettetelo sul fuoco per pochi secondi per farlo riammorbidire.
Montate la panna fino farle formare delle morbide onde.
In una ciotola a parte mescolate energicamente la confettura di castagne con il cacao, e unite un paio di cucchiaiate di panna: dovete ottenere una crema morbida.
Per servire la pavlova d’autunno appoggiate la meringa sul piatto da portata, coprite con cucchiaiate morbide di crema di castagne (non spalmate, la meringa si romperebbe), e sopra ancora con la panna montata.
Decorate con la meringata alle castagne con le nocciole caramellate, come se fossero candeline e portate in tavola.

nocciole caramellate

La particolarità della meringa della pavlova è che è bella alta e il suo guscio frabile ansxonde un cuore morbido come un marshmallow!

meringata-castagne-nocciole-caramellate

Potrebbero piacerti anche il tiramisù di Natale




Tiramisù di Natale. Photo © Federico Casella per Cakemania®

… e la pavlova classicapavlova

Tags: , , , , ,

Guarda anche

Lascia un commento