Etichette per l’asilo nido? Per noi Stikets, come sempre!

Sono nonna di un nipotino che va già “a scuola”: Pietrolino ha iniziato a frequentare il nido, e il mio regalo per festeggiare il suo debutto in società è stato il pack base di Stikets!

Uso le etichette di Stikets da quattro anni: per la scuola, per la casa, per la cucina.

Ma non fraintendetemi.

Non perché abbiano bisogno di essere cambiate dopo un po’. Le prime etichette adesive di Stikets che ho attaccato alla schiscetta e al bicchiere di Mario quando era in seconda elementare stanno ancora lì belle colorate e lucide, nonostante almeno un migliaio di passaggi in lavastoviglie.

Sono quattro anni che usiamo queste etichette per Mario, trasferendole da un oggetto all’altro!

Ma allora sono una maledizione, direte voi: non vanno più via!

No: si pelano via con le dita al primo colpo!

Sono semplicemente di qualità altissima, perché Stikets è un’azienda nata da una mamma spagnola per rendere più facile la vita di tutti i genitori che devono organizzare il materiale scolastico e sportivo dei figli, la casa e i viaggi.

Il suo best seller è questo pack base composto da:

  • 48 etichette termoadesive piccole per vestiti che vanno in lavatrice e asciugatrice
  • 84 etichette adesive (36 mini, 24 piccole, 20 medie, 4 grandi) che vanno in lavastoviglie
  • 8 etichette per scarpe (4×2)
  • 2 targhette identificative per bagagli

Costa 22,95€, non ha spese di spedizione perché sopra un ordine di 10€ l’invio è gratis, e potete anche usare il codice CAKEMAN7 per avere uno sconto del 7% su tutta la gamma fino al 31 ottobre 2019.

Il bello, lo ripeto, è che queste etichette adesive le potete usare, lavare e asciugare quante volte volete e poi trasferirle su altri oggetti: dalla copertina patinata di un diario a un tupperware, da una matita a un quaderno, per seguire il percorso scolastico dei vostri figli.

etichette adesive stikets
Pronta per la scuola! Anche a mia nipote Marta ho regalato un pack base quando è entrata in prima elementare! Lei ama i gatti e il colore azzurro 🙂

Per chi come me applica la filosofia di vita #zerowaste e sceglie con cura i suoi acquisti, questo è l’aspetto più importante.

E così anche Pietro il Terzo è entrato “nel giro”. Le sue etichette sono state personalizzate con un gelato, perché al momento è la sua cosa preferita: la prima parola compiuta che ha pronunciato e il cibo che ama di più… vi dico solo che a 20 mesi ha imparato a scassinare la protezione anti-bimbo che tiene chiuso il freezer e a servirsi da solo!

(Post in collaborazione con Stikets)