Top 5

Ogni mese vi racconto le cose che mi hanno colpito: 4 cose belle e una anche no.

borsa arancione

Il binge watching di Mad Men non ha segnato solo questo mese ma anche la memoria di me, perché sono cresciuta in una famiglia mezza americana, con abitudini, oggetti, cibi radicati in quegli anni ’60 da boom economico kennediano. E poi ho trovato il reggiseno perfetto e una favolosa borsa arancione 🙂

boat and tote LL bean

Questa volta solo cose belle, quella “anche no” non l’ho trovata nel mio cuore. Buon segno, vero? Si parla di stivali di gomma, ippocastani, Ginger Bender, la borsa per portare 225 chili di ghiaccio, l’adrenalina di settembre.

terrazzaggio

Sapete che c’è? Mi sta piacendo davvero tanto invecchiare. Per molte cose, è più comodo che essere giovani (non nel potere della digestione. No, lì, NO).
Ora che sto diventando nonna ci penso spesso e abbraccio caldamente questa nuova fase della mia vita: tutti nuovi piaceri da scoprire!

il-fattapposta

Cose che mi hanno cambiato la vita: quando i figli non ti svegliano più per dirti che sono svegli, le Birkestock a tutte le ore, il potere magggico dei fiocchi di avena, l’affascinante universalità del “fattapposta” e la scoperta che esiste l’incoerenza bio-non-degradabile.