Come si fanno cake pop perfetti: le 10 regole di Cakemania

I passi per fare i cake pop. © Bakerella

Vi spieghiamo qui come si fanno i cake pop seguendo le 10 regole di Cakemania, passo per passo.

I cake pop sono facili da fare: richiedono solo una routine divisa in tre fasi, di cui ci si appropria comunque in fretta. Tenete a mente che vi servirà più un’ora per mixare, modellare, raffreddare e ricoprire i vostri cake pop; di più se gli darete forme complesse. Per cominciare, per confezionarli servono: una base di comunissimo polistirolo o un pezzo di oasis da fioraio; degli stecchini da cake pop (sono gli stessi dei lecca-lecca); dei candy melt (copertura in pastiglie colorate e aromatizzate). Quello che non trovate dal vostro fornitore locale è disponibile su vari negozi on-line specializzati in cake design. Potete comunque usare cioccolato bianco, al latte o fondente per ricoprirli come spieghiamo nella nostra ricetta base.

Per le dosi: 600gr di torta + 300gr di frosting + 400 gr di cioccolato o una busta di candy melt = circa 30 cake pop. Una volta mixate torta e crema potete congelarne una parte da usare in seguito.

 I cake pop si conservano per giorni sia in frigo che a temperatura ambiente in un contenitore chiuso ermeticamente.

1.    Preparate qualche ora prima una torta più asciutta che burrosa: come una paradiso, un pan di Spagna, una red velvet o un dolce al cacao.
2.    Quando la torta è completamente fredda tagliatela in pezzi e sbriciolatela con le mani, non con il mixer, dentro una grossa ciotola. Se usate una torta chiara tagliate via le parti marroni così l’interno del cake pop avrà un colore uniforme.
3.    Mescolate le briciole con una crema al burro, una ganache o un frosting comprato o preparato con Philadelphia o mascarpone; arrivate ad una consistenza morbida e umida che vi permetta di fare delle palline grandi come una noce.
4.    Fate le palline arrotolandole tra le mani come se fossero polpette; potete usare un cucchiaio dosatore per gelato per semplificare il dosaggio. Lavate ed asciugate spesso le mani per facilitare la modellazione.
5.    Man mano che le componete, mettete le palline su un vassoio coperto con carta da forno; quando avrete terminato copritele con pellicola e passatele in frigo per qualche ora o in freezer per 15 minuti: devono essere ferme ma non congelate.

Oppure, per fare prima, potete usare una macchina per cake pop che cuoce palline di torta già di forma sferica: non c’è bisogno di sbriciolare e di usare una crema per amalgamare la torta. Ne esistono di varie marche, questa ci piace perché ha due opzioni: cuoce sia cake pop che cupcake! Veloce e… dietetica!

Guarda la gallery dei cake pop più divertenti qui!hello-kitty-cake-pop

6.    Fondete il cioccolato o i candy melt nel forno a microonde (in due fasi, mescolando a metà procedimento) o a bagnomaria, ma fuori dal fuoco (una ciotola appoggiata su acqua bollente, mescolando finchè non sono sciolti). Per farlo usate una ciotola profonda: vi faciliterà nella fase di copertura. Potete aromatizzare e tingere i candy melt con olii e coloranti per caramelle (sono specifici in quanto privi di componenti acquose).
7.    Forate il polistirolo che terrà i vostri cake pop in piedi mentre asciugano usando gli stecchini. I fori devono essere abbastanza distanti da non far toccare i cake pop.
8.    Togliete dal frigo pochi cake pop alla volta (se erano in freezer, è ora di metterli in frigo). Procedete con un cake pop alla volta: se volete dargli una forma diversa da quella rotonda questo è il momento di modellarli come cupcake (premendone una parte dentro un taglia biscotti a fiore), pacchi regalo, dadi, teiere, orsetti e così via. Ma ricordate di rimetteteli in freezer per qualche minuto per rassodarli di nuovo.
9.    Immergete la punta dello stecchino nella copertura per 2 cm (questo aiuterà a fissarlo al cake pop) e infilatelo fino al centro della pallina. Immergete ora con un unico movimento verticale la pallina nella copertura, senza muoverla di lato o girarla perché potrebbe sbriciolarsi. Potete aiutarvi con un cucchiaio per far colare la copertura su tutta la pallina. Assicuratevi che la copertura arrivi ad unirsi alla base dello stecchino senza lasciare buchi. Se vi sembra che la consistenza dei candy melt sia troppo densa, scaldateli di nuovo aggiungendo un cucchiaino alla volta di burro o grasso vegetale (Crisco o margarina, mai acqua o latte o diventeranno inservivili).
10.    Sollevate la pallina e tenendola inclinata sopra il contenitore della copertura fate colare l’eccesso di cioccolato o candy melt: potete rotearla con delicatezza e dare dei colpetti al polso della mano che la regge (una vibrazione più forte, data ad esempio battendo direttamente il bastoncino sul bordo della ciotola, farebbe rompere la pallina). Infilate il cake pop nel polistirolo; è il momento di decorarli con granella, codette, caramelle, particolari in pasta di zucchero che si incolleranno alla copertura ancora umida.
Lasciate asciugare i cake pop almeno 15 minuti prima di servirli o proseguire con altri strati di colore (sia per fare delle strisce, sia per ottenere un colore omogeneo nel caso abbiate usato una torta scura e una copertura chiara) e aggiungere dettagli dipinti con burro di cacao tinto con coloranti alimentari o disegnati con pennarelli alimentari; per confezionarli in sacchettini trasparenti legati da un fiocco è meglio avere un po’ più pazienza.

Cake pop di © Bakerella

Leggi l’intervista a Bakerella

Potrebbe interessarti anche…

Come si fanno cupcake perfette: le 10 regole di Cakemaniacupcake red velvet