Tre fertilizzanti naturali da scarti di cucina per orto, giardino e piante in vaso

Ravvivate le vostre piante con questi facilissimi fertilizzanti fai da te con gli scarti della cucina: funzionano anche contro le foglie gialle!

tre fertilizzanti fatti in casa

Segnateveli, questi 3 fertilizzanti a costo zero per piante fiorite, erbe aromatiche, orto e alberi da frutto. Si fanno in un attimo con gli scarti della cucina, danno alle piante un supplemento di sali minerali e ristabiliscono il pH acido del terreno se d’abitudine usate acqua troppo calcarea per innaffiare.

Sono fertilizzanti fatti in casa per le piante acidofile e, oltre che fornire loro minerali importanti per il loro sviluppo, abbassano il pH del terreno ed evitano che le foglie ingialliscano.

Se l’acqua del rubinetto è molto calcarea ostacola l’assorbimento del ferro (in questo caso le foglie possono ingiallire per via della clorosi fogliare) e di altri minerali importanti per la vitalità delle piante in termini di fioritura e di produzione di frutti.

Come usare i fertilizzanti fatti in casa

Potete usare i fertilizzanti fatti in casa sulle piante acidofile sia in vaso, che nell’orto, e nel giardino:

  • ortensie
  • azalee
  • rododendri
  • erica
  • gelsomino
  • edera
  • bouganville
  • oleandro

E su molte piante aromatiche che è utilissimo tenere sempre a portata di mano in una cucina green, senza comprarle nelle vaschette di plastica:

  • basilico
  • origano
  • prezzemolo
  • menta
  • rosmarino
  • alloro
tre fertilizzanti naturali con scarti di cucina

Fertilizzante fatto in casa con i resti del caffè

fertilizzante fai da te con caffè

La prossima volta che vi fate un caffè ricordatevi di usare i fondi avanzati per fare questo semplicissimo fertilizzante.

Metodo

  1. Versate un bicchiere d’acqua (circa 250 ml) sui fondi di un caffè.
  2. Lasciate in infusione per 24/48 ore.
  3. Diluite l’infusione in 1,5 litri d’acqua e usatela per annaffiare.

Fertilizzante fatto in casa con i gusci d’uovo

fertilizzante fai da te con gusci di uovo

Con i gusci d’uovo otteniamo un’acqua potenziata: contiene 100 volte più potassio, 100 volte più calcio e 40 volte più magnesio rispetto a quella di rubinetto, ideale per prevenire il marciume apicale di pomodori e peperoni (quella tacca nera che si forma sotto il frutto) e per concimare molti tipi di piante acidofile.

Metodo

  1. Riducete in briciole i gusci di 4 uova (potete aiutarvi con mortaio e pestello oppure con un batticarne o un matterello dopo averli messi tra due fogli di giornale).
  2. Mettete i gusci sbriciolati in una tazza, aggiungete 4 cucchiai d’aceto e mescolate (vedrete formarsi della schiuma).
  3. Aggiungete un bicchiere d’acqua e lasciate riposare per qualche ora.
  4. Diluite questa soluzione in 2,5 litri d’acqua per bagnare il terreno delle piante acidofile (mi raccomando la diluizione: c’è l’aceto!).

Fertilizzante fatto in casa con riso crudo

fertilizzante fai da te con riso crudo

Con l’acqua di risciacquo del riso crudo (come quando si fa il sushi, il pilaf o un riso bianco di accompagnamento a piatti asiatici) abbiamo 50 volte più fosforo e 25 volte più potassio rispetto all’acqua normale.

Questo fertilizzante è utile alle piante fiorite da cui nascono verdure e frutti.

Ho fatto un videotutorial sui 3 procedimenti, dura solo 53 secondi proprio perché sono semplicissimi!

Voi concimate regolarmente le vostre piante? Vi piace l’idea di produrre i vostri fertilizzanti naturali con gli scarti della cucina?

Potrebbe piacerti anche…

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!