Intervista a Lokokitchen, che fa le crostate più belle di Instagram

Per i foodie di Instagram, Lokokitchen è la grande sensazione degli ultimi cinque mesi. Lauren Ko, da Seattle, crea le più belle crostate del mondo, e qui ci spiega come.

lokokichen pie

Era ottobre quando spulciando su Instagram ho scoperto un profilo con una manciata di crostate fotografate su fondo blu scuro: poche, ma niente che avessi visto prima.
4000 follower, un nickname buffo (Lokokitchen = cucina pazza), delle didascalie esilaranti tutte giocate sulle assonanze: Lauren mi è stata subito simpaticissima e ho ripostato immediatamente una delle sue torte sul profilo di Cakemania  (seguitemi per vedere torte belle ogni giorno!).

È stato un vero piacere vederla arrivare a 100.000 meritatissimi fan nel giro di due mesi (scrivo a fine febbraio, e ora sono 125.000) e seguirla mentre provava nuovi design per le sue torte assurde.
Da fare una crostata nel weekend e postarla prima di mangiarla, Lauren è passata proprio adesso ad occuparsi esclusivamente di Lokokitchen dopo essersi licenziata dal suo precedente lavoro: il sogno di molte di noi!

Lauren Ko ritratta da Jordan Lutes
Lauren Ko ritratta da Jordan Lutes

Questa è l’intervista a Lokokitchen in italiano

(Qui trovate la versione originale in inglese)

Qui c’è un video in cui potete vedere come realizza le sue crostate:

lokokitchen kiwi tart
Questa tarte ha un guscio all’olio di oliva, un ripiendo di mirtilli e “tegole” di kiwi dorato e verde.

Ci sono solo 50 di torte sul suo profilo (al momento dell’intervista, ndr). Qual è la proporzione tra torte “postabili” e torte solo mangiabili, tra quelle che prepari?

Il 100% delle torte che preparo sono mangiate. Penso che solo tre o quattro crostate non siano arrivate su Instagram, più che altro che perché il design non è risultato quello che avevo in mente.

Simmetria o asimmetria? Cosa ti fa sentire più a tuo agio nella vita di tutti i giorni?

Tendo ad essere una persona parecchio orientata sui dettagli, quindi la simmetria e l’ordine mi attraggono. Detto questo, penso che l’asimmetria possa a sua volta produrre disegni meravigliosi, molti dei quali sono facili da creare perché non c’è bisogno di essere così precisi!

Alcune delle tue crostate mi fanno pensare a Van Gogh, altre a Kandisky, altre ancora a Delaunay… sbaglio? Quali sono le tue influenze “coscienti”?

Sì, c’è una crostata che riproduce approssimativamente la “Notte stellata” di Van Gogh ma, a parte questa, sono più ispirata da motivi geometrici e tessili che da specifici artisti. Non ho nemmeno brand o designer individuali da citare, cerco su Google e Pinterest dei pattern per trovare quelli da replicare.

torta notte stellata van gogh
La notte stellata di Lokokitchen
Notte stellata, Vincent Van Gogh, 1889.
Notte stellata, Vincent Van Gogh, 1889.

Fai un bozzetto prima di cominciare una torta?

No, non faccio mai uno schizzo. Ho un’idea nebulosa nella mia testa prima di cominciare e poi improvviso man mano che procedo – dopodiché dipende da quanto la frutta e la pasta vogliono cooperare con la mia idea. I miei prodotti finali sono generalmente fortunate coincidenze (motivo per cui sono particolarmente stupita dal feedback!).

Pensi alle tue crostate come a progetti?

Cucino perché mi rilassa e mi dà gioia. Siccome ho un’inclinazione per la creatività, fare queste torte è un modo divertente di combinare il mio interesse per l’arte con quello per il cibo.

Quali sono gli attrezzi indispensabili per ottenere il look “Lookokitchen”?

Una pirofila di pirex, un matterello, un righello di metallo, un coltello affilato e una rotella tagliapasta sono le uniche cose che uso veramente. Per quanto riguarda l’estetica Lokokitchen, la chiave sta in una combinazione di colori forti e pattern geometrici.

savoury tart by lokokitchen
Questa è una tarte salata: sotto le fette di patate colorate c’è una crema di formaggio

Sì, ma come sono quando sono cotte? (LOL) – quante volte te lo chiedono al giorno? Consideri davvero questo tipo di commento “hate mail” (un insulto), come menzionato nella intervista che hai rilasciato a Munchies?

Mi chiedono parecchio “come sono quando sono cotte?”, ed è comprensibile. Sono entrata in questo mondo soprattutto per l’aspetto del design e la pasticceria è solo il mezzo. Ha senso che le persone siano curiose di vedere la versione cotta, ma penso che una crostata possa essere apprezzata anche prima di entrare in forno.
Poi, per essere chiara, il 50% dei miei dolci sono delle “tarte”, il che significa che quel che ho postato è cotto. Per quanto riguarda le “pie” ci sono versioni cotte nel mio feed e nelle story in evidenza.
Ma lo capisco e non considero queste richieste di vedere le torte cotte come un insulto. Ricevo insulti veri sugli argomenti più disparati, il che può essere spiacevole, ma sembra faccia parte dell’avere una presenza su internet.

lokokitchen crostata
Questa è una “pie”: ha un guscio, una copertura e una farcia, e tutto viene cotto insieme. Questa contiene mele, mele cotogne e ciliegie.
Questa è una “tarte” in francese o “tart” in inglese: il guscio viene cotto poi farcito con creme e frutta. Questa ha una crema frangipane e sezioni di mela cotogna cotta e speziata in vino rosso e bianco.

Puoi passarci la ricetta della pasta che usi?


La mia ricetta preferita è quella di Stella Parks per fare la pasta friabile sul sito Serious Eats. Una delle mie risoluzioni per quest’anno è di sperimentare diverse ricette e ingredienti, ma questa per ora per me ha funzionato egregiamente.

Qual è stato il design più difficile che hai realizzato finora? Ti è venuto al primo tentativo? Quanto ci è voluto per finirlo?

La “Notte stellata” fatta con noci pecan è stata davvero uno sbattone e più di quanto avessi previsto. Ho tagliato ogni singolo pezzo di cioccolato e di noci su misura. Molte ore e un po’ di dolori a collo dopo, non riesco a immaginarmi a riprovarci!

Questa è la mia preferita in assoluto!

Quando si tratta di mettere la forchetta nella crostata, quale ti piace di più: quella di frutta fresca o quella di marmellata?

La frutta fresca è sempre una scommessa nelle torte, ma penso che poi il sapore sia sempre il migliore.

E infine… non ti sembra che le galette siano fantastiche quando hai velocemente bisogno di una dose di crostata?

Le galette sono fantastiche! Facili da assemblare, quasi sempre perfettamente croccanti e un ottimo modo di usare pasta e frutta avanzate. Da servire sempre con una pallina di gelato!

lokokitchen tart
Tarte farcita con un curd di cranberry e decorata con tangram di cachi.