Come si usa la wafer paper: le 10 regole di Cakemania

Fiori in wafer papaer e torta © Lucia Simeone
Fiori in wafer papaer e torta © Lucia Simeone

Come si fanno i fiori con la wafer paper, ovvero la più comunemente detta “ostia”? Lucia Simeone, maestra indiscussa in Italia nell’arte del wafer paper flower ci insegna come trattare questo delicato, elegantissimo materiale e a creare una rosa capace di rendere subito speciale una semplice cupcake (guarda qui il tutorial).

Presa confidenza, potrete realizzare dei bellissimi fiori per le vostre torte, come quelli di questa gallery.

1.    Non tutti sanno che l’ostia è un prodotto gluten-free a base di amido di riso o patata, ideale per rendere bello qualsiasi dolce: finalmente si può fare del cake design per celiaci!

2.    La wafer paper può essere considerata proprio come una fantastica carta con la quale creare, disegnare e dipingere le proprie creazioni. Potete usare qualsiasi tipo di colorante alimentare: polvere, gel, pennarelli… tutto dipende dalla vostra creatività e da cosa volete ottenere.

3.    Ogni ritaglio può diventare una decorazione, non buttate niente: da un piccolo pezzetto di ostia si può ricavare un cuore, con un pennarello alimentare gli si colorano i bordi di rosso… ed ecco una deliziosa decorazione per una cupcake!

© Lucia Simeone
© Lucia Simeone

4.    Per creare dei fiori delicati è indispensabile che l’ostia sia sottile. Esistono vari tipi di grammatura, cercate la più leggera.

Lunaria
Un’eterea lunaria di Lucia Simeone

5.    L’ostia contiene materie grasse: sono oli vegetali che scaldati con le mani permettono di lavorare la materia in modo più semplice evitando anche che si spezzi.

6.    L’unico strumento indispensabile è una forbice, possibilmente di quelle professionali, perfettamente affilate. Io non utilizzo cutter o modelli, ma solo forbici e la mia fantasia.

7.    Il miglior collante per la wafer paper è l’acqua, e con questa tecnica è tutto naturale. Ma usatene pochissima! Basta solo inumidire il pennello e passarlo velocemente sulla parte da incollare.

8.    Per creare dei decori arrotondati, tipo piume o riccioli, usate uno strumento in plastica: va bene anche il manico di un pennello. Fate movimenti lenti e ripetuti per evitare che l’ostia si strappi.

9.    I fiori e le decorazioni in wafer paper possono essere messi in frigorifero, sia professionale (da vetrina) che domestico; l’unica accortezza è non fare entrare l’ostia a diretto contatto con acqua o umidità: la wafer paper teme l’acqua perché la buca. Una volta preparati fiori e decorazioni è meglio conservarli in una semplice scatola a temperatura ambiente.

10.    Le creazioni in ostia sono così leggere che possono essere abbinate ad ogni tipo di dolce, anche i delicati millefoglie italiani, che fino altrimenti non potrebbero essere decorati. L’importante è non mettere le guarnizioni in wafer paper a contatto con la panna!

Impara a fare una rosa in wafer paper con questo passo-passo!

4. Allargate i petali (anzi, il petalo!) usando un bastoncino e lasciate asciugare.

Lucia Simeone tiene corsi di fiori in wafer paper in tutta Italia: clicca qui per trovarne uno vicino a casa tua!

Lucia Simeone con una delle sue creazioni
Lucia Simeone con una delle sue creazioni