8 utensili di cucina (+1) da avere in casa che costano meno di 15 euro

Li uso tutti da anni, e non potrei mai farne a meno: aiutano a tagliare i tempi, a non farsi male, a non sporcare, a fare meno fatica e costano anche poco! Ecco gli otto utensili (+ 1) di cui non posso fare a meno in cucina…

utensili cucina utili

1° oggetto utile in cucina: il pennello di silicone

pennello cucina silicone

Una volta usavo quello di legno con vere setole animali, ma non mai avuto la sensazione di riuscire a igenizzarlo bene (forse ci voleva uno shampoo?).

Poi ho comprato i pennelli di silicone dell’Ikea, che vanno in lavastoviglie, possono essere bolliti e quindi passare da un pollo a una sacher senza farci venire la salmonella. Il modello attuale ha un aspetto diverso ma l’uso è lo stesso.

Costa:

0,95€ da Ikea

3,04€ su Amazon.it

2° oggetto utile in cucina: il pelapatate/pelacarote Oxo Goodgrips

pelapatate oxo

Ve ne ho parlato spesso anche durante le ricette in diretta su Instagram, perché LO AMO.

Il primo che ho avuto mi è durato una dozzina di anni, in cui è andato in lavastoviglie tutti i giorni (consumiamo più carote di Bugs Bunny), e l’ho messo in pensione solo perché il manico di gomma era diventato appiccicoso; la lama invece era ancora perfetta e infatti l’ho potuta togliere facilmente e mettere nel secondo che ho comprato (avevo ordinato quello con la lama seghettata e io la preferisco liscia). Significa che sto usando la stessa lama da 15 anni, tutti i giorni, senza che sia mai stata riaffilata.

Perché è un oggetto così prezioso?

  • nasce da una storia d’amore: è stato inventato da un signore la cui moglie soffriva di artrite, per poterle garantire il piacere di cucinare ancora
  • è uno dei 100 oggetti inseriti da Paola Antonelli, curatrice del dipartimento di design del MoMa di New York, nel suo bellissimo libro “Humble masterpieces: 100 everyday marvels of design”
  • pela in un solo colpo la buccia di carote, patate, mele, sedano rapa; toglie i filamenti esterni dei gambi di sedano; fa le scaglie di parmigiano, tartufo, cioccolato

Costa:

8,49€ su Amazon.it

3° oggetto utile in cucina: il coltello da pomodori, kiwi, peperoni e melanzane Opinel

Finché non si prova la differenza tra un coltello che taglia i pomodori in fettine così sottili da essere trasparenti alla prima passata, senza stracciare la buccia… beh, non si è provato un piacere che ogni cuoco e cuoca non dovrebbe mai negarsi.

L’anno scorso a Natale regalato sette “cranté Opinel”, uno per famiglia di parenti. E me ne sono comprata un secondo, per averne uno pulito sempre a portata di mano.

Costa:

circa 8€ nelle coltellerie e su Amazon.it

4° oggetto utile in cucina: i guanti per lavare le verdure

Vi ho sentiti: “Eeeeeh, ma che principessa sul pisello che sei, Sasha! I guanti per lavare le verdure, veramente?”

Veramente.

Li ho comprati 15 anni fa quando la verdura mi arrivava da un G.A.S. e mi ritrovavo con chili e chili di tuberi coperti di terra da gestire tutti insieme (ora compro direttamente frutta e verdura al mercatino settimanale di Coldiretti o dal mio Signor Alessandro, mai comunque al supermercato e qui vi spiego perché).

E posso dirvi che quando bisogna lavare le patate (soprattutto se si vogliono cuocere con la buccia), le scorzonere, i vari tipi di radice, le carote, le zucchine con quella peluria da fichi d’India e i cetrioli che hanno quegli spunzoni che tagliano, beh… con questi guanti abrasivi si fa prima, meglio e senza farsi male.

Li tengo appesi alla piattaia, sopra il lavandino della cucina, sempre pronti ad essere infilati.

Costano:

7€ su Amazon.it

5° oggetto utile in cucina: la griglia per torte e fritti

Ma n’do vai, se una griglia d’acciaio non ce l’hai?

Non è solo indispensabile per far raffreddare torte e biscotti facendo circolare l’aria anche sotto, ma anche per far fare una tappa ai fritti tra la padella e il piatto di portata: invece di appoggiarli su un foglio di carta assorbente, metterli anche solo per pochi secondi su una griglia come questa (appoggiata su un piatto o vassoio per non sporcare sotto) significa far scolare l’olio in eccesso senza che questo rimanga a contatto con il cibo. Il risultato è più leggero e croccante, garantito!

Costa:

8,27€ su Amazon.it

6° oggetto utile in cucina: la frusta danese

Ok, questa l’ho comprata perché l’ho vista usare da Zoebakes, la mia Instagrammer preferita, e il design scandinavo mi è piaciuto troppo.

Poi ho scoperto che non è solo un oggetto bello, ma che in effetti la sua spirale spessa e rigida è estremamente efficace con impasti quelli per come pancake, waffle e muffin (che devono essere lavorati poco) e quelli più densi ed elastici di biscotti, brioche, pane e pizza.

(Ps – ho scritto un post su tutti i diversi tipi di frusta e come usarli che è proprio bello, anche se me lo dico da sola! 😉 )

Costa:

4,61€ su Amazon.it

7° oggetto utile in cucina: lo schiacciapatate (da usare anche per i minestroni e le marmellate)

In Italia per schiacciare le patate e fare puré e gnocchi si usa tradizionalmente l’attrezzo a stantuffo in alluminio – ce l’ho anche io, e funziona benissimo.

Ma dalla parte americana della famiglia ho imparato ad usare questo tipo di schiacciapatate che non ti fa sporcare e bruciare le dita, soprattutto se cuoci le patate sbucciate a pezzi (magari anche già nel latte, come insegna Jennifer di Tortamiacasa) e le “pesti” direttamente nella pentola. Avete capito: si fa pure molto prima!

Io uso questo schiacciapatate anche per addensare un po’ il minestrone, dandogli due o tre colpi quando è ancora nella pentola, prima di servirlo; e durante la cottura di confetture e marmellate (v. post sui 10 trucchi facili per marmellate e confetture)

Costa:

10,90€ su Amazon.it

8° oggetto utile in cucina: l’imbuto per conserve

Questo imbuto scanalato a misura di tutti i tipi di barattoli Bormioli (vedete come è fatto nella prima foto di questo post) mi aiuta praticamente tutti i giorni, non certo solo quando faccio la pomarola e le confetture d’estate.

Io uso infatti i barattoli di vetro (sia i Bormioli che quelli in cui arrivano i sottaceti, le marmellate comprati etc) come “tupperware” per conservare gli avanzi in frigo e freezer: ci verso dentro com il mestolo sughi, stufati, zuppe e in pochi secondi metto tutto via senza usare plastica (soprattutto niente pellicola, che da un punto di vista ecologico è il male assoluto) e senza sporcare.

Ovviamente, come ogni oggetto che vi ho presentato, va in lavastoviglie: altrimenti avrebbe vita breve nella mia cucina!

Costa:

9,24€ su Amazon.it

… più uno!

accendigas

Questo in lavastoviglie ovviamente non ci va, ma vive accanto ai fornelli, che accende in un attimo senza dover essere premuto con insistenza come gli accendigas con il piezo, e senza l’esaperante lentezza di quelli costruiti dentro il fornello (quelli con il pulsante, come si chiamano? Sono un esercizio zen di pazienza, e ovviamente mi mandano ai matti!).

È l’accendigas che fa la fiammella, utile quando ci sono delle candeline sopra una torta, un caminetto e delle castagne che ti guardando con occhio pendulo e un pollo da spiumare senza ustionarsi i polsi sulla cucina a gas. Non l’ho ancora provato al posto della torcia per caramellizzare la créme brûlée e la meringa all’italiana, ma non vedo perché non dovrebbe funzionare anche con loro.

Costa:

9,76€ su Amazon.it

Potrebbe interessarti anche…

Come ho riorganizzato il frigo e il freezer per non avere più sprechi e sapere sempre cosa ho in casafrigo organizzato