Ricetta anicini, i vaporosi biscotti profumati all’anice

Ricetta Anicini biscotti all'anice
Anicini. Photo © Federico Casella per Cakemania®

Gli anicini sono dei vaporosi biscotti “da inzuppo” che con qualche variazione sulla consistenza si ritrovano in Liguria, Piemonte, Sardegna, Sicilia.
Una prelibatezza che richiede uno sforzo in più per essere preparata, ma che vi darà grandi soddisfazioni: con questa ricetta avrete molti anicini che si conserveranno fragranti per tre settimane se tenuti chiusi in una scatola… Così almeno ci ha detto il pasticcere che ci ha passato la ricetta tradizionale genovese; in tutta onestà non possiamo certificarvelo perché abbiamo fatto fuori circa 80 anicini in tre giorni!

Ricetta anicini

Ingredienti:
200gr farina
4 gr lievito
1 tuorlo
4 uova
200gr zucchero
3 semi di anice stellato oppure 2 cucchiai di liquore all’anice

Metodo:
Accendete il forno a 180° e preparate due placche coprendole di carta-forno.
Se usate semi di anice, pestateli nel mortaio fino ad ottenere una polvere fine.

Pestate i semi di anice nel mortaio
Pestate i semi di anice nel mortaio

Ciò che rende speciali gli anicini è la loro vaporosità: per avere dei biscotti così leggeri è necessario montare molto bene le uova e fare in modo che queste non perdano l’aria incorporata nell’attesa di essere cotte.
Il metodo più efficace per stabilizzarle consiste nel montarle a caldo, sbattendo uova, tuorlo e aromi tutti insieme in una ciotola posta su un bagnomaria come se si trattasse di uno zabaione.
Se avete una planetaria e poca voglia di frullare o sbattere per 10 minuti sopra un fornello acceso, potete compiere la stessa operazione avviando la planetaria ad alta velocità e lasciandola lavorare, sempre per 10 minuti.
Quale che sia il metodo scelto, dovrete ottenere una consistenza densa, gonfia, quasi bianca, che “scrive”.
Incorporate con una spatola la farina (già setacciata insieme al lievito) facendo un movimento delicato dall’alto verso il basso.
Inserite il composto in un grosso sac-à-poche e tagliate via la punta in modo da avere un’apertura grande almeno quanto una moneta da un euro: questa misura vi renderà dei biscotti lunghi circa 7cm.
Fate delle strisce sulla prima placca, tenendole ben distanti perché l’impasto si allargherà molto in cottura, e infornate per circa 15 minuti.

Gli anicini crescono molto in cottura.
Gli anicini crescono molto in cottura

Quando sarà cotta la prima mandata, proseguite con la seconda teglia.
Mentre questa cuoce, lasciate raffreddare per 10 minuti i salsicciotti pronti, poi tagliateli con un coltello da pane a strisce larghe 2,5cm.
Distanziate gli anicini sulla teglia, possibilmente adagiandoli su un fianco, e, estratta la seconda infornata, ripassateli in forno per 5 minuti per la tostatura (lo sapevate? Si chiamano bis-cotti per questo motivo!).

Gli anicini hanno bisogno di una seconda passata in forno per diventare dei veri bis-cotti
Gli anicini hanno bisogno di una seconda passata in forno per diventare dei veri bis-cotti

Procedete così fino ad aver esaurito l’impasto.
Godetevi gli anicini con il caffé, il tè, il latte, o a fine pasto con un liquore.
Per conservarli, riponeteli in una scatola o in un sacchetto solo dopo averli fatti raffreddare completamente.

Potrebbero interessarvi anche…

Ciambelline zucchero e vino: senza uova e senza burro, un dolce antico, povero, buonissimo!

Ciambelline zucchero e vino.

Lingue di gatto, i biscotti più veloci e più facili del mondolingue-di-gatto

Lascia il tuo voto