Cream tart fatta in casa – ricetta e tutorial per ogni forma

Come fare una cream tart? Come tagliare la forma giusta? Come non far bruciare gli angoli? Quando prepararla rispetto al momento di servirla? Quali combinazioni scegliere? In questa ricetta vi svelo tutti i segreti della torta più in voga del momento!

Difficoltà
media
Costo
medio
Preparazione
45 min
Cottura
15 min

come-si-fa-cream-tartLe cream tart sono chiamate anche cream cake, cake tart, tart cake, cream biscuit e open cookie

Quale che sia il nome, sono bellissime, molto scenografiche e adattabili ad ogni circostanza!

La creatrice originale della cream tart è la pasticcera israeliana Adi Klinghofer, che da Tel Aviv ha lanciato il trend delle torte a forma di numero e lettera dell’alfabeto che ha invaso il mondo.

cream tart

Il suo motto è “party without a cake is just a meeting” – come non adorarla?

Come si fa una cream tart?

Il concetto è quello di strati aperti di pasta biscotto (che non è solo la pasta frolla) uniti da una crema e decorati con tante cose belle e buone.

Come basi si possono usare:

Per le creme si possono usare:

Sconsigliate invece le creme al burro, troppo pesanti in questa combinazione.

Guarda la gallery delle cream tart fatte dalle cakemaniache!

torta a forma di numero
© Alessia Pelli

Come si fa la forma di una cream tart?

Trattandosi di biscotti giganti, la scorciatoia è fare un carta-modello personalizzato sul momento.

Chi non è bravo nel disegno può trovare, semplicemente googolandoli, i disegni semplificati di numeri, lettere, animali, oggetti etc.

Cliccando sull’immagine scelta, la si può ingrandire sullo schermo del computer con uno zoom, e poi ricalcarla sul classico foglio A4 da stampante.

La forma tagliata può essere appoggiata direttamente sulla pasta da tagliare, ma sarà ancora più facile se la riporterete su un cartoncino più spesso.

Vantaggi della cream tart

Ogni torta ha i suoi pro e i suoi contro… i pro della cream tart sono:

  • il biscotto e la crema possono essere fatti in anticipo (tre giorni per il biscotto; un giorno al massimo per la crema)
  • la versatilità della forma: usando un disegno ritagliato si può fare di tutto (v. tutorial)
  • la decorazione è totalmente a piacere: solo frutta, solo cioccolatini, solo caramelle, solo macaron, solo fiori… o tutto insieme!

… e i contro sono:

  • la torta va assemblata non oltre tre ore prima di servirla o il biscotto si inumidirà
  • la decorazione, che comunque richiede due minuti (soprattutto se la si è pensata prima) è meglio farla proprio all’ultimo momento perché tutto sia colorato e croccante

Ricetta della cream tart fatta in casa

Ingredienti per una cream tart per 12 persone

Per il biscotto sablé:

  • 275gr burro freddo a cubetti
  • 500gr farina
  • 200gr zucchero a velo
  • 110gr farina di mandorle
  • 2 uova piccole (80gr)
  • 5 tuorli (85gr)
  • qb vaniglia (estratto o polpa)
  • scorza grattugiata di un limone
  • 4gr sale

Per la crema al mascarpone:

  • 400gr mascarpone
  • 400gr panna montata (anche vegetale, che è più stabile)
  • 80gr zucchero a velo

Per la decorazione a piacere:

Metodo

  1. È consigliabile preparare la pasta sablé il giorno prima di quando la si vuole cuocere: terrà meglio la forma.
  2. Mettete nel robot da cucina il burro, la farina, gli aromi e il sale e avviate la lama; quando avrete una sorta di sabbia, aggiungete gli altri ingredienti e lavorate ancora a velocità media fino ad ottenere un impasto omogeneo. Se fate a mano, lavorate velocemnte per non scaldare la pasta.
  3. Fate una palla con la pasta sablé così ottenuta, schiacchiatela in un disco, avvolgetela in pellicola o chiudetela in un sacchetto e fatela riposare in frigo per almeno tre ore.
  4. Lasciate ammorbidire la pasta fuori dal frigo abbastanza per poterla stendere a uno spessore di 0,5cm direttamente sulla placca da forno o su un foglio di carta forno che potrete poi far scivolare su una placca senza bordi come questa.
  5. Usate il carta-modello che avete creato per tagliare la forma che avete scelto (la spiegazione è nei primi paragrafi di questo articolo).
  6. Rimettete in frigo o (se ci sta) in freezer la placca con le forme tagliate: anche questo passaggio in più vi assicurerà una forma più precisa.
  7. Quando è il momento di cuocere i biscotti, infornate a 180° avendo cura di coprire le eventuali punte (di un cuore di una lettera, un numero, le ali della farfalla come nel nostro caso) con della carta forno per non farle bruciare mentre le parti più spesse finiscono di cuocere.
  8. Togliete dal forno quando i biscotti sono dorati, anche se vi sembrano ancora morbidi: si rassoderanno raffreddando (non sollevateli o si romperebbero: fateli scivolare su una gratella con la carta forno; se vi sentite insicuri lasciateli sulla placca).
  9. Per fare la crema al mascarpone mettete tutto nella planetaria o in una ciotola e frullate a velocità bassa per avere un composto montato ed omogeneo. Montare a bassa velocità aiuta la stabilità.
  10. Quando siete pronti ad assemblare la torta (non più di tre ore prima di servirla per un risultato ottimale), mettete la crema al mascarpone in un sac-à-poche con beccuccio tondo liscio o spizzato, e coprite di pois o ciuffi il primo strato di biscotto.
  11. Coprite con il secondo e fate lo stesso ed eventualmente il terzo.
  12. Decorate a piacere giocando con uan sola sfumatura di colore, o un arcobaleno di colori, una scelta completa di dolcetti, fiori o frutta… questa è la parte più creativa!

Questa cream tart è stata preparata da Barbara Cecconi Cake Designer in diretta dalla cucina di Cakemania: non perdere le prossime dirette, seguimi su Instagram!

barbara cecconi
Barbara con la sua cream tart “Freedom” a forma di farfalla

Lascia il tuo voto