Sciroppo di rose fatto in casa – ricetta della nonna

Lo sciroppo di rose fatto in casa secondo l’antica tradizione genovese: facile, profumato, delizioso!

Difficoltà
facile
Costo
basso
Preparazione
24h
Cottura
15h
sciroppo di rose
Lo sciroppo di rose in tutto il suo splendore (le rose in foto sono solo per figura, non sono quelle adatte: leggete sotto quali usare!)

Sciroppo di rose fatto in casa, come ai vecchi tempi

Come è facile immaginarsi all’ombra di un giardino romantico, come in un piccolo mondo antico, a sorseggiare una profumatissima bevanda allo sciroppo di rose fatto con le proprie mani e con i petali del proprio giardino!

Peter Severin Kroyer (1851-1909) “Il roseto (la moglie del pittore in giardino a Skagen)” Londra – The Fine Art Society

Lo sciroppo di rose in Liguria ha una storia secolare che risale al ‘600: in molte case del genovesato fino all’entroterra della Valle Scrivia (la valle alle spalle di Genova che risale verso il basso Piemonte) era consuetudine produrre questo sciroppo delizioso con le rose del giardino.

Le rose erano infatti una presenza comune nei piccoli giardini domestici, nei parchi padronali, negli orti dei monasteri per l’uso officinale.

Un cucchiaio di sciroppo di rose in un bicchiere d’acqua fresca rinfrancava nelle giornate estive più calde e allungato con acqua bollente era un conforto nell’inverno; veniva considerato anche un rimedio per i malanni di stagione alle vie respiratorie.

La consuetudine è stata riscoperta nei primi anni del 2000 dagli appassionati che dedicano alla rosa della Valle Scrivia (in particolare la rosa centifolia muscosa e rugosa) e allo sciroppo di rose una festa che si tiene a Busalla (GE) ogni anno in giugno.

Come si usa lo sciroppo di rose?

Lo sciroppo di rose è perfetto:

  • su una coppa di fragole
  • sulla macedonia
  • sul gelato al fior di latte
  • sulla panna cotta
  • unito alla ghiaccia reale per creare una glassa profumata per i biscotti di frolla
  • per decorare la meringa di una Pavlova
  • per fare una gelatina di copertura di una cheesecake
  • per colorare di rosa la limonata dei bambini
  • per profumare una flûte di champagne, spumante o prosecco

Per preparare lo sciroppo le rose migliori sono quelle più ricche di petali e di profumo, e naturalmente quelle che non hanno subito alcun trattamento con anticrittogamici e sostanze chimiche. Simonetta di Aboutgarden in questo post dà una lista delle varietà più adatte.

sciroppo di rose aboutgarden

Ricetta dello sciroppo di rose fatto in casa

Anche la ricetta è di Simonetta: genovese come me ed espertissima in materia di rose e giardini (vi ho raccomadato più volte di seguirla su Instagram perché ogni giorno dà consigli utilissimi), mi ha regalato proprio questa preziosa bottiglietta fatta da lei (io in cambio le ho dato un barattolo della mia marmellata di arance amare).

Ingredienti

  • 300gr di petali di rose freschi, colti al mattino presto
  • 1 limone
  • 1 litro di acqua naturale
  • 1kg e mezzo di zucchero

Metodo

La preparazione dello sciroppo di rose è molto semplice. Vi occorrerà una garza (o un colino a maglia fine) per filtrare i petali dopo l’infusione.

  1. Raccogliete le rose al mattino, quando il calore del giorno non ha ancora disperso il profumo; staccate i petali, eliminate la parte bianca ed eventuali insetti.
  2. Pesate i petali e poneteli in un contenitore con chiusura ermetica.
  3. Fate bollire l’acqua calda, versatela sui petali, chiudete il contenitore e lasciate riposare per 24 ore.
  4. Mettete una garza sopra un colino, filtrate, chiudete la garza in forma di sacchetto e premete per estrarre tutto il liquido dai petali.
  5. Unite il succo del limone (filtrato anche questo) e lo zucchero al liquido di macerazione, fate sobbollire per 10-15 minuti mantenendo la fiamma bassissima.
  6. Imbottigliate a caldo e chiudete ermeticamente.

Lo sciroppo si conserva tranquillamente per un anno. Dopo l’apertura si conserva in frigorifero per due-tre settimane.

Siete pronti ad assaporare il profumo degli antichi giardini? Questa è la stagione!

Potrebbe piacerti anche…

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!